domenica 14 dicembre 2014

136. MEGLIO SOLE

Ricominciare. Bisognava ricominciare. Chiusa una porta si apre un portone, e pure se non si apre, machissenefrega. Del resto che sarà mai la fine di una storia? Non è la prima volta che mi trovo ad affrontare una fine, e probabilmente non sarà l'ultima.
E poi che fa che non mi ama, no dico, non sarà mica la fine del mondo? No? Solo che se avesse aspettato, avrebbe capito che sono io la donna giusta per lui, che con me sta meglio che con chiunque altro! Adesso sentirà la mia mancanza, mi chiamerà ... Sì sì, mi chiamerà ... Devo solo far passare qualche giorno e tornerà da me. Magari anche qualche settimana, sì, meglio qualche settimana. E se non torna? Se non gli manco? Cazzo! Se non gli manco è terribileee, no non deve andare così, non può ... Io già non ce la faccio, sono due giorni e già non ce la faccio. E se lui ce la fa vuol dire che è finita! Ed io mi sento già sola. Adesso a chi racconterò le mie idee, i miei progetti? Con chi riderò delle cose buffe che vedo, degli altri e di me stessa? Adesso a chi darò i miei baci, le mie carezze? Per chi indosserò i miei sorrisi migliori? Chi chiamerò quando vorrò essere capita? Quali braccia cercherò per cancellare il mio dolore, la mia stanchezza? Con chi parlerò le ore al telefono, anche senza parole, solo per stare vicini? Con chi ... Echecazzo, sto cretino proprio di qui doveva passare? Non c'è niente da fare, un uomo al volante deve sempre dimostrare la propria abilità nei confronti di una donna, anche se lei è un'ottima guidatrice e lui .. lui è davvero un bel tipo! Lo osservo allontanarsi con la sua Tojota, davvero non male. Ci siamo scambiati un'occhiata veloce, ma sufficiente per conquistarmi! Ok, non lo rivedrò mai più, ma ha avuto il merito di aver allietato la mia mente per qualche minuto! Che giornata! Non riesco più a guidare. Ho la testa piena di pensieri ... Meno male che sono arrivata a casa. A pensarci bene, non ho perso granché, lui non era un tipo speciale, di sicuro non bello, non era di grande cultura ... e comunque se non era innamorato di me, non lo ero neanche io. Io avevo solo bisogno di sentirmi viva, facendo finta di essere innamorata. Piuttosto domani rifaccio la stessa strada, alla stessa ora e vedo se riesco ad incrociare dinuovo lui, il tipo della Tojota, magari mi dice bene. Che palle questa eterna necessità di avere un uomo da amare! Hai voglia ad evolverti, hai voglia a cercare mille interessi che ti facciano sentire utile, mille passioni, impegno sociale, se lui non chiama, non te ne frega niente di niente! Ma dico io, si può far dipendere la propria felicità dal comportamento di un uomo, si può? Non lo so, ma accade puntualmente, e puntualmente scopri che non ne valeva la pena. Talvolta penso che sia tutta una conseguenza dei retaggi culturali maschilisti: un uomo può fare sesso senza amore, una donna non sa farlo se non è coinvolta emotivamente. Ma ne siamo sicuri? Io no. Anzi, sono convinta del contrario: l'uomo si innamora sempre un po', la donna si inventa un sentimento anche dove non c'è, perché le hanno insegnato che è così. Basta pensare che la prostituzione nasce al femminile! Quindi smettiamola di dire che gli uomini hanno necessità di soddisfare un'esigenza fisiologica, siamo noi donne a batterici, a piangere, a ricattare se non obbediscono alla nostra richiesta di sesso! Ci contendiamo uomini fragili ed insignificanti, ma la vera lotta è tra noi, vogliamo solo dimostrare di essere più fantastiche delle altre, più intelligenti e sexy. Ma smettiamolaaa, smettiamo di lusingare uomini insulsi e senza attributi, e soprattutto di gareggiare con le loro donne: meglio conquistarne uno solo, vero, che tanti pezzotti (per gli extra partenopei 'contraffatti').

3 commenti:

  1. Ciao mavi sostieni anche tu la ricerca delle malattie . Con un piccolo aiuto anche tu poi fare molto. Ricorda di fare un gesto benefico prima del Santo Natale. Ricorda che solo essendo buoni si guadagnano indulgenze per andare in paradiso e lasciare la vita terrena...

    RispondiElimina
  2. ps: ( ho cancellato il commento prec. era uguale ma pieno di errori :) :)
    Anche se è una storia inventata, ricalca tantissime situazioni reali. Beh..stai scrivendo un blog nella terra di nessuno: l'attrazione..l'amore...la possessività..l'egoismo. la paura e la necessità di non stare da soli contrapposta al bisogno di essere liberi. Un crogiolo di forze che in eterno, finchè avremo vita, faranno sempre oscillare il pendolo della nostra esistenza tra felicità ed infelicità. Mi piace sempre dopo una riflessione o una discussione trarre " la risoluzione del giorno " che magari io stesso il giorno dopo rinnego. Vediamo quale potrebbe essere la soluzione in questa eterna oscillazione ? l'ho pensata : ( vale solo per oggi però :) )
    Non pensare mai che qualsiasi cosa vivente e non possa significare un punto di arrivo eterno ! Non lo sarà mai ! e non pensare mai che dopo un avvenimento piacevole o spiacevole il mondo ..il tuo mondo, si fermi lì ! Si muoverà sempre... prima o poi. Perciò ..forse l'unica cosa che ci dobbiamo sempre augurare è di stare bene in salute...tutto il resto è risolvibile e se non lo fosse...non potrà mai essere la fine del mondo ! Questa ove mai arrivasse non sarà mai una fine..ma solo una trasformazione...verso dove ? Non lo sanno gli scienziati ...figurati io ! :)

    RispondiElimina
  3. Intanto oggi abbiamo pagato contributi dipendenti, IMU, TASI e TARI. A novembre c'era stata l'IRAP e entro il 29 c'è l'IVA...

    RispondiElimina

Grazie per il tuo contributo